TARLI DA MOBILI IN LEGNO

Come si possono eliminare i tarli del legno dai mobili o dalle travi della casa?

Il legno è il materiale per costruzioni per eccellenza e sta ritornando di gran moda tra costruttori e architetti che sempre più spesso utilizzano travi in legno per le costruzioni. L’ondata Green ha certamento aiutato a dare una forte spinta verso materiali naturali, il meno trattati possibili. Il poter utilizzare materiali riciclabili al 100%, naturali e atossici, non deve essere solo una MODA, ma uno stile di vita consapevole che il nostro pianeta non deve essere sfruttato, ma si deve creare un equilibrio tra le nostre esigenze ed il pianeta.

Quanti tipi di tarli del legno esistono?
Purtroppo ne esistono moltissimi tipi, ma quelli che davvero ci ritroviamo nelle case sono essenzialmente di tre tipi:
-anobidi
-lictidi
-cerambicidi.

I primi due sono tarli piccoli (2/3 mm.) e che quindi fanno buchi piccoli, quasi invisibili se non cerchiamo bene.

I Cerambicidi invece sono tarli più grandi 15/20 mm che scavano gallerie profonde e che producono anche rumori molesti tanto che molte volte il “gracchiare” è uno dei segni distintivi della loro presenza.

“Vedo la polverina/segatura in terra…sono prodotti dal tarlo del legno?”
PURTROPPO SI! Questa è uno dei segnali ceh ci devono far preoccupare, questi animaletti si lasciano dietro dopo il loro passaggio.

Ma quando il tarlo “ci mangia il mobile”?
La larva di tarlo si nutre di cellulosa ovvero la parte nobile del legno, il resto non lo gradisce e pertanto lo scarta.

“Ho notato che ci sono dei buchi nel legno,cosa significa?”
Questi insetti mangiano la cellulosa all’interno del legno e, come abbiamo detto, scavano gallerie.
I buchi che vedi sono i “fori di sfarfallamento” ovvero il foro da cui il tarlo abbandona il legno.

Prima di vedere cosa possiamo fare per risolvere il problema, vediasmo cosa NON FARE ASSOLUTAMENTE

Spennellare un prodotto antitarlo liquido qualsiasi, ma affidiamoci ad esperti del settore che ci possono indirizzare verso il prodotto più giusto per noi.
Siringare i “fori di sfarfallamento” con un insetticida, senza sapere cosa stiamo facendo veramente
Mettere all’interno della stanza infestata una di quelle bombolette fumiganti
Iniettare a pressione del liquido all’interno del legno
Bagnare il legno infestato con benzina o simili, ma usiamo prodotti certificati
Segare il legno la dove ci possono essere i tarli, sperando che i tarli possano “sparire”

Come eliminare in modo definitivo i tarli dai nostri mobili?

L’unico consiglio che ci sentiamo di dare, è quello di rivolgersi, a secondo della gravità del caso, a ditte e professionisti del settore, preposti per utilizzare strumenti professionali adatti ad ogni situazione di criticità.