Anelli in legno fatti in casa, come fare

Anelli in legno fai da te

Gli anelli in legno sono un prodotto da sempre molto apprezzato. gli anelli in legno sono pratici, economici e meno impegnativi rispetto a quelli in metallo prezioso.
Ma coem si possono realizzare anelli in legno? 

I materiali che servono per realizzare anelli in legno

  • listello di legno massello in specie diverse, fra i quali noce, mogano e rovere
  • carte abrasive a secco in grane diverse fino alla 800
  • un calibro per le varie misurazioni
  • turapori
  • olio vegetale di lino cotto
  • gommalacca con diverse diluizioni
  • alcool 94°
  • un panno di cotone
  • punte Forstner per trapano a colonna in diverse misure
  • guanti di protezione personale
  • mascherina per le polveri
  • cera protettiva

Iniziamo tagliando il listello di legno e realizzando un quadrato con dimensioni 3×3; nel caso di anelli con due essenze diverse incollo le due parti utilizzando colla vinilica idroresistente, che saranno tenuti in morsa per 12/24 ore.
Tracciando le diagonali del quadrato trovo facilmente il centro e pratico, con un punteruolo, l’invito per realizzare il foro.

Con il trapano a colonna, utilizzando la punta del diametro che mi interessa ottenere, pratico il foro centrando il punto ottenuto con il punteruolo.
Consiglio di utilizzare punte di buona qualità, la cui geometria dei taglienti permetterà di ottenere sia un taglio pulito che dimensioni accurate.

Prima di passare al tornio, smusso i quattro angoli utilizzando prima il traforo elettrico e poi la levigatrice a disco per ottenere una forma cilindrica del pezzo.
Questa operazione, non strettamente necessaria, mi aiuterà durante la prima fase di lavorazione al tornio poiché le sgorbie di sgrossatura (utensili utilizzati al tornio che permettono la lavorazione del pezzo) producono forti sollecitazioni e, in un pezzo molto piccolo, potrebbero portare alla rottura dello stesso.

Procedo alla sgrossatura del pezzo, ovvero a realizzare una forma perfettamente cilindrica e di larghezza desiderata.

Ottenute le misure desiderate procedo a sbavare i bordi e a smussare simmetricamente l’anello in modo da realizzare una forma a botte, che garantirà all’anello di essere indossato con migliore confort.

Levigo poi la superficie esterna con grane 120-240-320-500-800, per l’interno invece utilizzo grane 120-240-320.
A questo punto l’anello grezzo è finito ed inizia la fase di finitura.

La finitura

A seconda del tipo di legno utilizzo un impregnate prodotto da me in laboratorio, oppure un turapori incolore per il rovere, che passo due volte a distanza di 6 ore circa.

L’anello è quindi pronto per ricevere lo strato di gommalacca.

Internamente utilizzo una soluzione di gommalacca diluita al 20% e applico a pennello tre mani a distanza di 4-8 ore.
Per la parte esterna, invece, mi servo del tornio e della minore velocità possibile di cui dispongo: con un panno di cotone leggermente imbevuto con soluzione al 10% applico due mani a distanza di almeno 2 ore avendo cura di stendere la vernice nel miglior modo possibile.
Ripeto l’operazione con altre due mani con soluzione diluita al 5% fino ad ottenere una lucidatura omogenea ed uniforme, e, se necessario, utilizzando alla fine anche alcool puro a 94°, fino a quando il grado di lucentezza ottenuto mi soddisfa.
L’anello riposa quindi per l’asciugatura e successivamente impermeabilizzo l’anello con un encausto di cere pure.

Dopo la lucidatura, l’anello è pronto

Anelli in legno per bambini, acquistabili QUI

Lascia un commento