Legni per sedie da ESTERNI

Con l’evoluzione delle tecniche costruttive, i materiali utilizzati per la fabbricazione di tavoli e sedie, hanno subito una graduale evoluzione proporzionata alle richieste di mercato e alle esigenze dell’utenza finale.

si è quindi largamente ampliata la scelta dei materiali impiegati e miglirate le tecniche per la realizzazioni di qualsiasi modello di tavolo o sedia.

Le essenze spesso impiegate per la costruzione di un tavolo o una sedia quindi sono:

l’acero, legno semiduro e poroso, non particolarmente duraturo, caratterizzato da una venatura evidente con fibre compatte, di colore chiaro, che spazia dal quasi bianco al giallo rosato, colore che riesce a conservare nel tempo.

il frassino, impiegato per la realizzazione di sedie e tavoli rustici, è un legno robusto e flessibile, usato più per le sue caratteristiche tecniche che per l’aspetto. È un legno dalla colorazione abbastanza chiara che varia dal bianco grigiastro al marrone chiaro.

mogano, legno duro e resistente dal colore marrone rossiccio riccamente venato. ha grana fine ed uniforme, proprio per la sua compattezza venne preferito al noce, in quanto particolarmente adatto per intagli e finiture raffinate.

noce, legno di colore bruno con venature scure, qualche volta nere. Venne ed è considerato uno dei migliori legni, sia a livello estetico sia per la sua duttilità. Sostituì la quercia nella composizione di mobili pregiati rimanendo in auge, soprattutto in Italia per tutto il Rinascimento.

il faggio, legno semiduro e compatto,venato un modo uniforme,di colore crema chiaro che muta in rosa se trattato a vapore. Si distingue per chiazze piccole e lucide radunate in alcune parti e visibili anche se l’essenza viene colorata. Impiegato maggiormente nella realizzazione di sedie.

Lascia un commento